Tabella alfabetica con simboli Arasaac

La Tabella Alfabetica è un ausilio per la comunicazione utilizzato per supportare, in modo immediato, le esigenze di persone con ridotta capacità di parola ma che hanno padronanza della lettoscrittura. Viene utilizzata come una qualsiasi tastiera in cui l’interlocutore deve leggere e fare la sintesi delle sequenze di lettere indicate dalla persona con bisogni comunicativi complessi.

tabella alfabetica e numerica

Abbiamo realizzato questa versione di tabella alfabetica pensando a quanti, in questi giorni, non possono esprimersi con il canale verbale, perché in ospedale in situazioni complesse i macchinari e la loro situazione fisica non lo consentono. In questo caso abbiamo pensato alla configurazione QWERTY perché familiare a quanti utilizzano la tastiera, ma si puo’ tranquillamente modificare la disposizione in ordine alfabetico. Alcuni messaggi “veloci” possono velocizzare lo scambio comunicativo. Si suggerisce stampa in formato A5 e plastificazione. Nel caso si utilizzi con soggetti che hanno problemi di vista è più opportuno realizzare l’ausilio in formato A4.

Potete scaricare qui la TABELLA ALFABETICA E NUMERICA di Elisabetta Brancaccio

Covid19: Promemoria per l’uscita e il rientro in casa con simboli Arasaac

Un promemoria per l’uscita e il rientro in casa per proteggere se stessi e i propri cari dal coronavirus Covid19, realizzato con i simboli Arasaac della Comunicazione Aumentativa e Alternativa. Il messaggio è rivolto principalmente agli adulti: stampate il documento e appendetelo al frigorifero 🙂

Disponibile, per ora, in: italiano, inglese , spagnolo

 

Nuovi pittogrammi ARASAAC per emergenza Covid-19

Pittogrammi Coronavirus

Per la creazione di tabelle di comunicazione, storie sociali e quanto altro può essere utile per comunicare e informare in questo periodo di emergenza, sul portale ARASAAC [cliccare qui] sono stati messi a disposizione i nuovi simboli creati appositamente.

Grazie ARASAAC!

La preghiera del Papa in CAA

preghiera di Papa Francesco

Con questa preghiera, il Papa chiede alla Madonna del Divino Amore di proteggere tutto il mondo dall’emergenza Coronavirus.

Il Papa ha mandato il video con questa preghiera per pregare insieme a lui. Noi lo abbiamo adattato e tradotto in simboli ARASAAC in collaborazione con il Servizio Nazionale per la Pastorale delle Persone con disabilità della CEI.

Preghiera_alla_Madonna_Divino_Amore [pdf]

 

Segnalazione traduzioni italiane sbagliate sul portale ARASAAC: aggiornamento sulle categorie completate

In seguito alla proposta organizzativa precedentemente pubblicata, aggiorno i lettori che è stato completato il controllo delle categorie “Alphabet” e “Religion”.

I link (riportati anche nella pagina delle risorse ARASAAC in italiano) rimandano a un foglio dati così organizzato:

testata-foglio

Intestazioni colonne dei fogli dati

Nella prima colonna (1) si trova la parola con cui attualmente cercare il simbolo, nella seconda (2) il link diretto al simbolo sul portale, nella terza (3) il motivo per cui si segnala la modifica/integrazione, nella quarta (4) il/i termine/i con cui si propone di  integrare/sostituire.

Ovviamente si tratta di una prima scrematura organizzativa per avere delle proposte su cui ragionare insieme ai responsabili del portale ARASAAC (da cui la segnalazione dell’autore/autrice della proposta nella quinta colonna), in maniera da poter aprire un eventuale discussione in merito.

Per ciò che attiene l’organizzazione di questo lavoro alquanto complesso, attualmente la sottoscritta ha affrontato il controllo della categoria “Action” mentre Simone Motta si sta occupando di “Events” e “Adjectives”.

categorie

Pagina dei Cataloghi sul portale ARASAAC con organizzazione per categorie

 

Consiglio i collaboratori (o chiunque, in genere, voglia fare una ricerca per “catalogo”), di ricercare nell’ambito dei simboli a colori, in quanto è l’insieme più ricco e “nutrito”.  In questo momento, il fine di questo lavoro è evidenziare ciò che c’è ma è difficilmente reperibile o è sbagliato.

Solo dopo potremo affrontare ciò che non c’è.

Maria Grazia Fiore

Segnalazione traduzioni italiane sbagliate sul portale ARASAAC: proposta operativo-organizzativa

A partire dall’iniziativa di creare un foglio di lavoro condiviso per segnalare ai coordinatori del portale ARASAAC le traduzioni italiani insufficienti o errate, ho cominciato a procedere ordinatamente, mediante la ricerca attraverso il catalogo.

La categoria “Aphabet” è stata già revisionata e inserita nella pagina delle risorse in simboli ARASAAC per la lingua italiana.

categoria Alphabet terminata

Man mano che le categorie verranno completate, la pagina verrà aggiornata.

Le persone interessate a collaborare a questo lavoro possono segnalarmi la loro disponibilità a farlo attraverso la pagina dedicata e indicare, in un commento a questo post, a quale categoria si vogliono dedicare. In questa maniera ottimizzeremo il lavoro di tutti.

Maria Grazia Fiore

Segnalazione traduzioni italiane sbagliate sul portale ARASAAC

Non trovare il simboloPer agevolare l’utilizzo del portale e trovare simboli che non appaiono con la ricerca in lingua italiana, ho approntato un modulo di veloce utilizzo, in cui è possibile registrare eventuali problemi di traduzione.

Il foglio dati è consultabile qui.

Chi volesse contribuire a questo lavoro, può segnalarlo attraverso il modulo “Contatti” di questo blog.

Maria Grazia Fiore

Diffusione e localizzazione di ARASAAC in italiano: qualche esempio

La collezione dei simboli ARASAAC è molto nutrita e, grazie anche al set di software liberamente utilizzabili (primo fra tutti ARAWORD), sta riscontrando una veloce diffusione sul territorio italiano, pur se a macchia di leopardo e in maniera non sempre rispettosa delle condizioni della licenza.

Probabilmente disabituati a gestire risorse online liberamente fruibili, accade spesso di incappare in materiale italiano online, prodotto con questi simboli, ma senza i doverosi riferimenti agli autori degli stessi. Questo non rappresenta semplicemente una “scorrettezza” ma impedisce l’arricchimento del portale con prodotti di lingua italiana, con simboli “culturalmente” adattati nonché di integrare la community internazionale con un nucleo di collaboratori che contribuiscano alla localizzazione di questo sistema simbolico nella nostra lingua.

Per localizzazione, intendiamo non solo un adattamento alle caratteristiche linguistiche dell’italiano ma anche a quelle culturali del nostro Paese.

 

Se, per esempio, cerchiamo il simbolo della parola bar, sul portale troveremo questo:

simbolo arasaac bar

Se utilizziamo questo simbolo per un bambino italiano (a maggior ragione se con Bisogni Comunicativi Complessi), la rappresentazione grafica sarà un po’ deviante rispetto alla sua esperienza. In Italia il bar è più facilmente associato all’idea di “gelato” (soprattutto per i bambini) ed è per questo che L’officina di Jacopo ha “localizzato” il simbolo nella seguente maniera:

simbolo bar italiano

Altri simboli che rispecchiano caratteristiche della lingua spagnola sono, per esempio, i simboli che contengono punti esclamativi e interrogativi e i plurali.

simboli arasaac muy bien

simboli ARASAAC di case

Nel primo caso, considerato che in italiano i punti interrogativi ed esclamativi si mettono solo alla fine della frase, consigliamo l’eliminazione del primo punto interrogativo/esclamativo; nel secondo, suggeriamo l’eliminazione della S accanto al +, in quanto è legata alla formazione del plurale in spagnolo, coerentemente anche a quanto definito sul portale di Soyvisual.

Maria Grazia Fiore

 

Pittogrammi ARASAAC: il genere dei nomi comuni e dei pronomi personali

In ARASAAC, la differenziazione del genere per i nomi comuni e i pronomi personali è prevista originariamente attraverso l’elemento pittografico.

simbolo pronome io

soggetti che stirano

Non tutti i simboli sono però sono dotati delle due versioni. Lì dove non sono presenti i due generi, questa informazione può essere veicolata dall’uso degli articoli (vedi proposta di integrazione sugli articoli femminili), se la si ritiene necessaria ai bisogni comunicativi dell’utilizzatore.